Archivi tag: arte

Wineonpaper diventa etichetta

<<Il vino nuoce gravemente alla salute. Contiene cultura. Questo è il messaggio che comunico dipingendo con il vino – afferma Rita Barbero in arte Purpleryta – Il mio sogno è di vedere questo messaggio scritto sull’etichetta di un vino, ma per il momento gioisco che ci sia una mia opera>>.

Grazie all’iniziativa di Fabrizio Stecca di Enoteca Palazzo Mentone l’opera dipinta con il Barolo Docg Cru Mantoetto 2014 consegnata il 12 maggio al “padrino” dell’annata Marco Trabucco (La Rapubblica) diventa l’etichetta dell’edizione limitata Anniversario di Nascita dedicata ai cheraschesi nati nel 2014.

 <<Da sempre lavoro nel settore della comunicazione del vino e il mio gesto consapevole di versare del vino sulla carta desidera far fermare a riflettere. Il  valore e elementi quali storia, tradizioni, legami famigliari, cura del territorio – dal terreno al paesaggio, spesso vengono messi in secondo piano se non dimenticati dal turista che ci visita e dai produttori stessi a volte>>.

Creare un’opera d’arte con il vino è un invito a guardare oltre al vino che sta nel bicchiere e a scoprire le vere ricchezze del nostro territorio.

 

 

Presentazione dell’annata 2014 del Barolo Docg di Cherasco Cru Mantoetto

Due appuntamenti dedicati al Barolo di Cherasco e ai cru del Versante Occidentale: sabato 12 maggio e domenica 20 maggio.

Cherasco, città del Barolo, è orgogliosa di presentare l’annata 2014 del suo Barolo, che nasce sulpromontorio del Mantoetto, fronte collinare che guarda la piana del Monviso e il centro storico di Cherasco.

L’evento si svolgerà Sabato 12 maggio a partire dalle ore 17,30 nell’avvolgente cornice dell’Antico Orto dei Padri Somaschi e sarà aperto a tutta la popolazione e in particolare ai genitori dei nati nel 2014.

L’annata sarà dedicata a Marco Trabucco, giornalista di La Repubblica, per la passione e competenza per il vino e l’enogastronomia, l’attenzione alle produzioni di nicchia e al Barolo di Cherasco a cui sarà donato,come da tradizione, un dipinto dell’artista Rita Barbero in arte Purple Ryta realizzato con i colori delBarolo di Cherasco.

Novità di questa edizione sarà la consegna, ai genitori dei nati nel 2014, di una bottiglia di Barolo Mantoetto 2014 con etichetta speciale a tiratura limitata a 88 pezzi, una per ogni bambino.

L’evento sarà anticipato dall’inaugurazione del “Giardino dell’Imperatrice”.

Ritrovo alle ore 17, quindi, dall’Arco Belvedere dove sarà allestito un roseto con le varietà di rosecollezionate dall’Imperatrice Giuseppina moglie di Napoleone I nel giardino della Malmaison a Parigi.

La mostra fa parte dei programmi della mostra “Ei Fu” ed è curata da Anna Glorio.

Domenica 20 maggio nel Giardino di Palazzo Fracassi (davanti all’Arco del Belvedere) dalle 10 alle 18, grande degustazione del Barolo del Versante Occidentale: per capire e gustare le tante sfumature del Barolo Docg!

Saranno presenti 14 produttori vignaioli in rappresentanza dei 13 Cru di Barolo presenti sul versante ovest della zona di produzione del Barolo, il versante che si apre sui grandi orizzonti dalla pianura cuneese e monregalese, alle Alpi del Monviso e del Monte Rosa.

Si tratta della prima edizione di una iniziativa per la valorizzazione dei vigneti che, come il Mantoetto di Cherasco, sono collocati, appunto, sul versante ovest del Barolo.

Lo scopo è di unire il solitario cru di Cherasco agli altri cru presenti sullo stesso versante.

Ogni cru sarà “maritato” ad una varietà di rosa della collezione di Anna Glorio ispirata al giardino de la Malmaison di Parigi, un percorso tra le rose porterà alla zona degustazione dei Barolo del Versante Occidentale.

Un Barolo una Rosa. Ogni Barolo, inoltre, sarà abbinato ad una specialità di Gusta Cherasco (Salsiccia al Barolo, Caprini, Chiocciole, …).

Per informazioni info@gustacherasco.it e Ufficio Turismo del Comune di Cherasco

Donne spettinate vanno a Saluzzo

Dal 29 aprile al 27 maggio Rita Barbero, in arte Purpleryta, espone a Villa Belvedere o Villa dell’Eco già Radicati di Saluzzo, dando così il via alla stagione espositiva.

Le opere “Wine on Paper – Vino su Carta”, si trasferiscono per un mese da Barolo, sede dello studio dell’artista a Saluzzo, nella personale intitolata “Donne spettinate che sanno di Vino (e di molto altro)”, dove Purpleryta propone le sue donne spettinate, alcune inedite, dipinte con vini delle Colline Saluzzesi e ispirate ai personaggi che vissero nella Villa.

<<Le donne spettinate sono più interessanti delle donne pettinate e sempre a posto – racconta Purpleryta – perché hanno sempre qualcosa di più importante da fare o di più appassionante. Sono donne che vivono intensamente le emozioni, hanno il senso dell’umorismo e sanno prendersi in giro, sono naturali, dirette, curiose, a volte maleducate e politically un-correct, o come verrebbe da dire “scopprect”>>.

La seconda parte del titolo della mostra gioca sul doppio significato della parola “sanno”: da una parte spiega che le donne spettinate sanno perché conoscono bene l’ambiente in cui vivono, il mondo del vino e tutto quello che vi ruota intorno. E poi sanno perché profumano di vino.Ogni opera è unica e irripetibile: tutto parte dalla macchia che diventa la capigliatura spettinata. Da qui la creatività e l’interpretazione dell’artista completano l’opera che assume forme oniriche dai tratti a volte alieni.

Attraverso l’uso di tecniche e carte diverse Purpleryta scopre e rivela effetti visivi sorprendenti del pigmento che dall’uva passa al vino ponendo così al centro dell’attenzione il primo elemento osservato durante l’analisi sensoriale in fase di degustazione: il colore.

La mostra si terrà in un luogo circondato da vigneti storici di vitigni autoctoni del saluzzese, la Villa Belvedere,in cui le donne spettinate si sentiranno a casa e dove nelle domeniche di Maggio sarà possibile incontrare l’artista. L’inaugurazione sarà l’occasione per brindare  insieme il 29 aprile prossimo. La Villa e il parco circostante, in via San Bernardino, sono gestiti dall’Associazione Arte, Terra e Cielo che, dallo scorso anno, li ha resi nuovamente fruibili al pubblico.

PurpleRyta vive e lavora nelle Langhe.  Da quattro anni ha deciso di seguire la sua innata passione per l’arte e di esprimersi attraverso la pittura a vino.

A stretto contatto con il mondo del vino ogni giorno da esso trae ispirazione in un rapporto di interscambio attivo e rigenerazione interiore, applicando due imperativi che da sempre animano la sua passione per l’arte: semplificare la realtà e colorare il mondo. “Possibilmente di viola!”

Sede: Villa Belvedere, via San Bernardino 17 – INFO Associazione Arte, Terra e Cielo – Tel. 349 6042427/ 333 4414980/ 3358061229 – associazionearteterracielo@gmial.com

 

W-Men

Una mostra di vino che parla di vino!

Questa volta Rita Barbero in arte Purpleryta non usa il vino per raccontare altro: lo usa per raccontare il mondo del vino. Lo fa a modo suo, con i suoi wine on paper, i disegni sulle carte speciali con vini diversi dagli effetti visivi e tattili diversi. Volti, ancora una volta.

L’Enoteca Palazzo Mentone ospita dal 1 al 30 Aprile la personale W-Men. Per esteso Wine Men, in cui le figure spettinate saranno più o meno noti personaggi del mondo del vino, alcuni di loro presenti all’inaugurazione per dialogare con l’artista e attivare una riflessione dal carattere semi-serio sul mondo del vino oggi.

Visionaria come sempre, ma un po’ più pop del solito, Purpleryta gioca e parafrasa i supereroi mutanti di X-men per il titolo della sua nuova collezione dedicata agli uomini, e donne, con il superpotere del vino. Che, come ogni superpotere, è un dono e una maledizione allo stesso tempo – Peter Parker insegna – e da cui comunque deriva una grande responsabilità.

“La presenza di alcuni produttori in sala che vedranno per la prima volta il loro ritratto realizzato con il loro vino – confida Rita – è un nuovo modo di mettersi in gioco per entrambe le parti. Da una parte proporrò la mia visione artistica del loro ritratto e dall’altra i produttori si rifletteranno in uno specchio che mostrerà loro un’immagine inedita”.

E da qui lo spunto per parlare di vino, di Langhe e di Roero, in un’indagine leggera ma non superficiale tra operatori del settore, in cui i concetti di dono, maledizione e responsabilità verranno interpellati.

Affiancheranno i nostrani W-men dei volti più internazionali, anch’essi produttori di vino, per passione, forse per moda, sicuramente non per tradizione o vocazione come i più locali e riconoscibili.

L’appuntamento è per sabato 1 aprile alle ore 17,30: inaugurazione con incontri molto speciali. Portate anche il vostro superpotere.

 

Orari:

Enoteca Palazzo Mentone – Via XX Settembre – Cherasco

dal martedì al venerdi: 15,30 – 19,30

sabato: 9,30 – 12,30 / 15,30 – 19,30

domenica : 9.30-12,30

Nelle giornate di Mercatini aperto tutto il giorno.

 

 

#mostratuseilei

PURPLERYTA in “TU SEI LEI”

Dal 4 al 26 Marzo, presso lo spazio espositivo della sede della Banca d’Alba in Via Cavour, nell’ambito della manifestazione “Marzo Donna”, Ryta Barbero in arte Purpleryta espone ad Alba nel contesto di “Tu sei lei”. Le “Donne spettinate che sanno di Barolo”, i wine on paper dedicati alle donne più impegnate a vivere che a pettinarsi, si uniranno alle donne rappresentate nei 365 scatti delle ideatrici della mostra, le Cacciatrici del Reale, Cinzia Grande e Giorgia Necade e alla collezione commentata di etichette dell’Archivio Distilleria Romano Levi coordinata dal collezionista Diego Schiappapietra.

I dipinti con il vino su carta nascono da una macchia che Prupleryta lascia esprimere liberamente prima di intervenire e completare con il pennello. In “Tu sei Lei” sarà presente una selezione di macchie interpretate come teste spettinate di donne, appunto, che mettono in scena alcune tipologie dell’essere femminile. Donne che sognano, donne che decidono, a volte selvagge (non solo selvatiche), donne ironiche, affascinanti, sognatrici. Che diventano 12 “Donne mito” e si alternano, a cadenza mensile, alle 365 donne quotidiane e reali rapite dall’obiettivo di Cinzia e Giorgia.

Inedite ed alla prima uscita alcune donne “mito”: le donne-pesce, le enigmatiche ed ammaliatrici sirene, dalle squame di foglia di vite e dalla bellezza eterea; ed il mito per eccellenza, una Marilyn Monroe bionda. Perché dipinta con vino bianco. L’esperimento iniziato e annunciato un anno e mezzo fa ha ora preso vita.

Loc

Le artiste saranno presenti a rotazione alla mostra per incontrare il pubblico e trasmettere il messaggio di “Tu sei lei”: una riflessione sullo spaccato della condizione femminile odierna. Dal Lunedì al venerdi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, al Sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, mentre la Domenica dalle 14 alle 19.

Durante il periodo lo spazio della Banca d’Alba sarà animato da eventi culturali a tema:

– 10 marzo, in serata, 100 anni Scout

– 11 marzo, ore 16,00  Enrica Tesio, scrittrice

– 18 marzo, ore 16,00 Barbarah Guglielmana, poetessa

– 19 marzo, ore 16,00 Acqua di Cherasco con essenze

La mostra è patrocinata dal Comune di Alba, Marzo Donna, Consulta Pari Oppurtunità, Consulta Comunale Volontariato. Grazie a Banca d’Alba.

#mostratuseilei

www.purpleryta.it

Per Tuseilei

 

A letto con la Briccolina

Questa volta un mio wine on paper passa dalle Langhe al Roero, a Santa Vittoria d’Alba.

Ringrazio Franco e Dario per aver dato una così bella e azzeccata ambientazione alla mia donna spettinata un po’ collina e un po’ vigneto. Sono certa che si senta a casa!

Dipinta nel 2014 con Barolo Briccolina di Serralunga, per gentile concessione di Enrico Rivetto durante l’evento BaroloBrunello.

Con questo dipinto ho voluto fare un omaggio ad uno dei cru storici delle Langhe ed alla donna di Langa. Elegante e decisa, fine e intrigante: aggettivi che valgono per entrambi!

Foto Franco Ardu2

 

Omaggio alla mia PT e alle mie serie TV

Benvenuti alla mia Mostra Online Temporanea!

Sin dal giorno che ho comprato la PT Cruiser ho sognato di farle un servizio fotografico e il giorno prima di cederla l’ho fatto, grazie all’incontro con le “Cacciatrici del Reale”.

Accanto alla PT e alle strade di Barolo compare una modella “anomala” che con una buona dose di faccia tosta, protagonismo e tanta autoironia per questa volta posa i pennelli. Anzi posa e basta, facendo il verso alle modelle vere, quelle in carne ed ossa ma soprattutto ossa.

Qualche giorno fa ho letto un articolo in cui si celebrava il 43esimo compleanno di Kate Moss con 43 scatti. Di qui l’idea di pubblicare le foto fino ad ora tenute segrete: uno scatto in più, 44 perché quest’anno sono 44 per me e perché la mostra resterà online 44 giorni, fino all’inaugurazione di “Tu sei lei” il 4 marzo ad Alba. Il trait-d’union sono ancora le “Cacciatrici del Reale” che ospiteranno insieme alle loro 365 donne le mie “Spettinate che sanno di vino” e la “Selvatica” di Levi.

Gli scatti sono stati ispirati a film e serie TV degli anni 80. Mentre voi vi divertirete a indovinare quali sono io mi metto all’opera e preparo altre mostre ben più reali in cui torneranno i miei “wine on paper”, coniugati al femminile per la mostra di Marzo e al maschile per la mostra di Aprile a Cherasco, all’immancabile appuntamento con Enoteca Palazzo Mentone.

Vi sto distraendo un po’ per prepararvi a questo nuovo anno di arte che virerà verso la Pop Art, che da sempre amo.

Buona visione. Divieto di ridere troppo. Le foto sono state ritoccate con Photoshop per aggiungere grasso e cellulite. Le fotografe Cinzia Grande e Giorgia Necade così come la popolazione di Barolo sono sopravvissute alle due ore di delirio del servizio fotografico.

Contiene tracce di bio-umorismo. Gluten Free.

CLICCA QUI PER VISITARE LA MOSTRA

Collezione privata, Ohio

Dopo ogni mostra ci vuole sempre un po’ prima di rivederli. Inquadrati e sistemati in una nuova casa.

Mi piace  sapere dove sono e con chi sono una volta venduti, è un modo per tenere i rapporti con nuovi amici e non lasciare mai i miei “wine on paper”, perché è sempre difficile staccarsi da una propria opera.

Grazie a Janet e Gene per avermi mandato la loro “Marilyn” e a Coy e Kay per aver regalato “Audrey” alla figlia.

15682852_10208279168762518_823947680_n15538934_730988707057021_6475721409942257664_n

Gioie da indossare

purplejewels

Cari Amici di Purple!

A tutti voi che avete avuto modo di conoscere le mie opere nel mio Studio a Barolo o in giro per il mondo e che mi avete incoraggiato e sostenuto GRAZIE!

Vi scrivo oggi in qualità di creatrice di “gioie” da indossare anch’esse ispirate al mondo del vino: è pronta la nuova collezione autunno-inverno di gioielli ispirati da tappi di sughero, capsule e, novità assoluta, dalle mie opere “wine on paper”, di cui avete un assaggio in allegato!

Non sono Tiffany, quindi non vi invito a fare colazione ma vi aspetto nella mia Casa Studio nel prossimo week end e nei giorni della pausa invernale fino all’Epifania per fare “merenda da Purpleryta” e toccare con mano le mie nuove creazioni, per lo shopping natalizio dell’ultimo minuto, regali per gli altri o per sé!

Accanto ai nuovi gioielli ci saranno ad aspettarvi i nuovi personaggi ispirati a Star Wars dipinti a vino, pronti a risvegliare il piccolo nerd che c’è in voi e le mie “donne spettinate” sempre più spettinate!

Seguitemi su Facebook, su Instagram, se volete anche in tangenziale e avvisatemi se volete venire a trovarmi, vorrei esserci anche io 🙂

Potete prenotare la visita anche scaricando questa app andando poi alla sezione “Around Wine”: https://winearound.com/it/

schermata-2016-12-13-alle-18-52-51

Vi aspetto in Via Vittorio Emanuele 4!

+393397174500

#ilvinounisce

 

Dedicato a…

Rita e Maurizio!

Le loro opere sono state esposte e apprezzate nel Purple Studio insieme ai miei wine on paper. Domenica gli artisti saranno a Barolo per riportarli a casa. L’occasione sarà perfetta per incontrarli ancora una volta!

A loro dedico questo quadro, ispirato dalla loro sinergica simbiosi e dal loro spirito profondo:

rita-e-maurizio
Uno di due, due di uno
Distinti d’istinto,
uniti e muniti
di testa e cuore,
anima e corpo,
vicini e lontani,
opposti ma uguali,
tesi verso la libertà!