Home

PurpleRyta vive e lavora nelle Langhe.  A stretto contatto con il mondo del vino ogni giorno da esso trae ispirazione ed allo stesso tempo ne prende le distanze, in un rapporto di amore/odio che diventa interscambio attivo e rigenerazione interiore, applicando due imperativi che da sempre animano la sua passione per l’arte: semplificare la realtà e colorare il mondo.

Il percorso artistico di PurpleRyta inizia alle elementari nell’ora di disegno e continua da autodidatta per una necessità fisica di colorare.  Muri, fogli, tele, coperchi. La pittura è meditazione, è terapia, è ricerca, è lettura della quotidianità attraverso occhiali che solo l’artista indossa.  E’ soprattutto creazione di un codice del segno. Semplice e ricco di colore. Talvolta spesso. Per un’arte da apprezzare anche con il tatto.

Nelle opere di PurpleRyta si riconoscono stili diversi al punto da far pensare che a guidare il pennello siano artisti diversi.  La varietà stilistica rappresenta il desiderio continuo di sperimentare nuove forme espressive e di contaminare tecniche, forme e materiali. Sono comuni denominatori alcuni elementi che ricorrono: strisce minimaliste su cui viene costruito un secondo livello di significato; cascate di colore che destrutturano e ricostruiscono in bilico tra il surreale e il realistico, l’irriverente e il politically correct; spessori e simmetrie inconsuete; materiali alternativi presi in prestito da contesti diversi chiamati a contribuire all’opera d’arte; immaginazione e fantasia per enfatizzare e rendere più incisiva la ricchezza del reale ed allo stesso tempo semplificarlo in modo eloquente.

La vita è già troppo complicata e anche le sfumature di grigio, non importa quante siano, a lungo andare annoiano. Meglio semplificare la realtà e colorare il mondo. Possibilmente di viola! (PurpleRyta)

Lascia un commento

Purple + wine + painting = Purpleryta, a mix of work attitudes and private passions to enjoy the world and make it more enjoyable!